lunedì 22 ottobre 2007

Considerazioni generali

Da quanto tempo non aggiornavo il mio caro blog? Da tanto, forse da troppo tempo. E le cose da raccontare sono una marea.
Cominciamo con il dire che finalmente ho superato due esami di latino e adesso siamo a -5 esami alla laurea più lo stage! Ho dovuto cambiare relatore, in quanto il prof con il quale mi sono laureato alla triennale si è ammalato, percui la mia tesi non sarà più in filologia italiana ma in filologia romanza. Il titolo non cambia però!
Continuo poi dicendo che sabato scorso ho ricevuto una proposta di pubblicazione delle mie poesie e stavolta è molto più vantaggiosa di qquella che ho ricevuto a luglio, percui probabilmente accetterò!!!
In questi giorni, mentre sto aspettando di iniziare lo stage, studacchio un pò per la tesi, ma sono molto frequenti i momenti in cui mi fermo a pensare. Non mi va di scendere nel dettaglio e raccontare passo passo tutto ciò che mi è successo...chi mi conosce sa già tutto, anche le cose più spiacevoli, e chi vuole sapere qualcosa in più può sempre chiedermi tutto in privato, e io racconterò tutto. In questo post voglio solo fare delle considerazioni.
Anche stavolta non mi sono comportato da persona intelligente quale credevo di essere. Ho cercato di stare attento, ho cercato di non spingermi troppo in là con i miei sentimenti, ma è impossibile trattenerli, percui mi sono "buttato".
E come scrive Bernart de Ventadorn nella sua poesia sulla Lauzeta, "ho fatto come il folle sul ponte". Sapevo che sarebbe andata a finire così, perchè se la persona che voleva stare vicino a me fino a qualche giorno prima di conoscermi provava dei sentimenti fortissimi per un'altra persona, dovevo capire subito che sarei stato il suo chiodo scaccia chiodo.
Sette mesi dopo le sofferenze per la mia ex ragazza, me la sentivo di avere una nuova storia. Sembrava tutto così bello, e invece non era così. Nella testa della mia nuova ragazza non c'era confusione come lei mi faceva credere, ma c'era un progetto ben pensato: allontanarsi momentaneamente dal suo ragazzo, quello per il quale provava dei sentimenti fortissimi fino a pochi giorni prima di conoscermi, farlo magari ingelosire, per poi tornare da lui.
Sono capitato nelle mani di una persona molto, troppo egoista: il suo egoismo non ha confini. Sfruttare i sentimenti di una persona, dei veri sentimenti...semplicemente per fare i propri comodi e per poi tornare dalla persona che ama veramente, che ha sempre amato.
Sono stato un ripiego, un gioco. Lo sono stato per lei, per la mia ex ragazza...sono sempre stato un gioco, per tutti. E quando ci si stanca del giocattolo lo si butta via.
Ora che è tornata col suo ex ragazzo solo una settimana dopo esserci lasciati, mi chiede scusa e dice che non mi meritava...ma io meritavo di soffrire così tanto? Non sarebbe stato più logico dirmi da subito che aveva semplicemente bisogno di un amico per riflettere insieme a lui sulla sua vita?
Mi dispiace dirlo, ma una persona che gioca con i sentimenti degli altri mi fa semplicemente schifo.
Adesso so solo che ho tanta amarezza in bocca. Mi sento così solo, il senso di solitudine è così forte dentro di me e non mi lascia tregua.
Se solo ci fosse stata mia madre, so che mi avrebbe consolato, come faceva sempre quando ero triste...ma non c'è più nemmeno lei...

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Non lo so cosa posso fare per te... ma ti dono un sorriso, e ti dico solo una cosa: ognuno è quel che è, e tu non sei di certo in fallo, nè in questa situazione nè in nessun'altra. Un bacio, Paola

Crazy ha detto...

caro cuginetto,
conosco te, conosco la tua storia con la tua ex e conosco la storia a cui ti riferisci...di persone false in giro ce ne sono tante, forse anche troppe...sono inciampata anche io in questi tipi di persone ma che bisogna fare??? ci si rialza avendo imparato qalcosa in più e sperando in non incappare in un futuro nello stesso errore.
non si usano le persone per proprio scopi e poi buttarle via così dopo che non servono più...no, non è leale soprattutto nei confronti di chi nei rapporti con l'altra persone ci mette cuore e sentimenti sinceri...no non è leale perchè le altre persone non sn oggetti, non sono macchine che uno può spegnere a proprio piacimento...
lo so che persone così esistono ma alla fine si ritroveranno sole, sole cn se stessi e cn le proprie bugie...amare una persona, che sia un partner o un amico, è una cosa bellissima, condividere gioie, paure, successi e insuccessi...e invece esperienze del genere portano a cosa?? ad essere diffidenti nei confronti delle altre persone ke incontreranno il nostro cammino...
io non so se la persone di cui parli leggerà o meno questo intervento, non la conosco e ne sn felice, però spero solo che dopo aver letto queste poche considerazioni capisca che con questo tipo di atteggiamento si può davvero ferire le persone e renderle diverse...

un abbraccio al mio cuginetto